Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Caprari alla ricerca dell'affermazione

| Emanuele Ciccarese |
Perchè Gianluca Caprari alla Samp può crescere e affermarsi.

Perchè l'Inter ha preso Skriniar

| Emanuele Ciccarese |
L'Inter sembra intenzionata a puntare sul giovane centrale Milan Skriniar e l'affare andrà in porto per una cifra molto importante. Perchè i nerazzurri lo vogliono così tanto?

Confederations Cup: terzo atto

| Max Strati | E’ tempo di primi verdetti in questa Confederations Cup essendo giunti alla fine della terza giornata.

Beffati

| Paolo Brescia |
Sarà stata una qualità individuale maggiore. Un gioco corale più disposto al possesso. Una mezz'ora buona in superiorità numerica. Sarà stata una pressione continua operata nel secondo tempo. Ciò che è evidente, in Spagna-Italia, ultima gara dell'Europeo azzurrino in Polonia, è che siamo stati beffati. Beffati da un primo tempo illusorio, da un pari di speranza, da un miracolo (im)possibile. E da una Spagna strepitosa per qualità di palleggio e attenzione tattica.



L'identikit di Rick Karsdorp

| Emanuele Onofri |
Rick Karsdorp è un nuovo giocatore della Roma: perchè Monchi lo ha voluto?

Fermarsi sul più bello

| Valerio Frezza |
Rischia di trasformarsi in un colpo pesante quello subito nel secondo turno della fase a gironi degli Europei per gli azzurrini di mister Gigi Di Biagio. 

Confederations Cup: secondo atto

| Massimiliano Strati | Cosa è successo nel secondo turno della Confederations Cup.

Cosa (non) sta succedendo alla Juve?

| Paolo Brescia |
Schiaffi a Cardiff, Dani Alves contro tutti, il fisco, Raiola-Pogba e un presunto rischio blocco per il mercato. Un lato disumano della Juventus, così come descritto dai media in questi giorni. Sul fronte opposto la chiarezza di Marotta che invita tutti alla calma e annuncia la serena rescissione di Dani Alves e l'arrivo di, signore e signori, Patrick Schick. Non l'ultimo degli attaccanti. Ma allora qualcosa non torna?

Confederations Cup: primo atto

| Massimiliano Strati |
Come vi scrivevamo settimana scorsa, è tempo di Confederations Cup. In Russia si stanno affrontando le nazioni tra le più forti al mondo, almeno guardando ai successi del breve periodo. Una sorta di prova del Mondiale, che come noto nel 2018 toccherà alla Russia che, in questa competizione, ha come obiettivo primario vedere a che punto sia il percorso di rifacimento della rosa, che punta su giocatori provenienti dalla Russian Premier League. 

Europei Azzurrini, la partenza è quella giusta

| Valerio Frezza |
Quando in un set cinematografico si sente dare il “buona la prima” vuol dire che o gli interpreti hanno regalato un’interpretazione irripetibile o che ci si trova davanti ad una produzione con pochi mezzi. Quella degli azzurrini invece è stato un “buona la prima” nell’accezione più alta della locuzione. 

L'Identikit di Marco Asensio

| Francesco Lalopa |
Andiamo alla scoperta di Marco Asensio: talento del Real Madrid e leader della Nazionale Under 21 spagnola.


Nato e cresciuto sull'isola di Maiorca, Marco Asensio muove i primi passi proprio nella squadra locale di calcio, seguendo la consueta trafila dalle giovanili sino alla prima squadra. Per lui anche un'importantissima esperienza nel futsal, disciplina praticata ( tra i tanti ) anche da Andres Iniesta. Nel dicembre del 2014 viene acquistato dal Real Madrid, che lo gira in prestito sino al 2015 al Maiorca in Segunda Division. La stagione 2015-2016 la vive con la canotta dell'Espanyol, squadra in cui può giocare con più continuità per dimostrare tutto il proprio valore, fino a convincere Zidane ( e la dirigenza del Real ) a riportarlo a casa.  L'ultima stagione, la prima con la maglia dei "Blancos", l'ha iniziata alla grandissima, aprendo le marcature nella sfida di Supercoppa Europea contro il Siviglia con un bolide da fuori area.…

Tutta la forza di Pellegrini

| Emanuele Ciccarese |
Lorenzo Pellegrini a 21 anni ha l'opportunità di iniziare a scrivere una grande carriera, forte delle sue numerose qualità.

Gli azzurrini agli Europei

| Valerio Frezza |
Se c’è una competizione in cui l’Italia del pallone può dire di sentirsi a casa, bene, questo è il Campionato Europeo per squadre under 21. 

Al via la Confederations Cup, le prove del Mondiale

| Emanuele Onofri |
Prende il via oggi, da San Pietroburgo, la decima edizione della Confederations Cup, che come ogni vigilia di Mondiale prepara la nazione ospitante al clima da Coppa del Mondo. Questa volta tocca alla Russia. Per le partite sono state scelte solo quattro città: San Pietroburgo, Kazan, Mosca e Sôci dove sono stati costruiti stadi all’avanguardia proprio per prepararsi a Russia 2018, tra questi spicca principalmente la Zenit Arena, che sarà la nuova casa da oltre 66.000 posti dello Zenit di Mancini.

Luciano Spalletti, l'aggiustatutto

| Francesco Lalopa |
Per il tecnico di Certaldo si prospetta una nuova sfida: dopo aver restituito credibilità al progetto della Roma è chiamato a risollevare l'immagine dell'Inter, squadra che negli ultimi mercati ha investito pesantemente ma che non è mai riuscita a centrare l'obiettivo delle zone alte della classifica, mancando clamorosamente la Champions League. Da quali basi partirà il suo progetto? E' veramente l'uomo giusto per questo compito?


Milan, quantità o qualità?

| Andrea Piana |
Il Milan continua a muoversi con largo anticipo sul mercato e, dopo le firme di Musacchio, Kessié, Rodriguez e André Silva, cerca un terzino destro, uno o due centrocampisti e un'altra punta, a causa della probabile partenza di Bacca. Intanto andiamo ad analizzare i primi quattro acquisti dei rossoneri. Qualità o solo quantità per il nuovo Milan?

Italia forza tre

| Paolo Brescia |

Dalle ultime amministrative l'Italia esce divisa in tre blocchi. Ma dalle ultime settimane l'Italia calcistica conta su tre interessanti prospettive. Ed è di queste che vogliamo parlare. L'Under20 terza ai Mondiali, l'Under 21 impegnata con gli Europei, Ventura alle prese con il pre-Russia.

Abituiamoci ai MirAcoli

| Valerio Frezza |
Così finiremo inevitabilmente per abituarci ai miracoli. Ieri ha avuto luogo l’ultimo atto di questa lunghissima stagione di serie B con un epilogo clamoroso: il Benevento ha staccato l’ultimo biglietto per salire in serie A, affiancando Spal e Verona con la promozione già in tasca. 

Ritornare grandi: Ernesto Valverde

| Francesco Lalopa |
Conclusosi il triennio di Luis Enrique sulla panchina blaugrana, l'uomo scelto per riportare ai vertici il Barcellona è Ernesto Valverde. L'ex attaccante di Bilbao e Barcellona giunge al Camp Nou come allenatore dopo un quadriennio ricco di soddisfazioni in terra basca. A lui sarà affidato l'arduo compito di far dimenticare al popolo catalano le delusioni dell'ultimo anno e mezzo.

Non è la prima volta che Ernesto Valverde vive un'esperienza in catalogna: infatti nel biennio '88-'90 ha giocato a Barcellona sotto la guida di Johan Cruijff, allenatore che ha influenzato le generazioni calcistiche successive e che ha creato un vero e proprio modo di vivere ed interpretare il calcio, prima che Guardiola lo perfezionasse. Di Cruijff lui, come tanti altri, ne è un allievo e dal suo modo di vedere il calcio ha preso gli elementi più interessanti e li ha sviluppati a proprio piacimento per applicarli sul campo da gioco. 
  Proprio il suo maestr…

Alla ricerca del riscatto: Stefano Pioli

| Emanuele Ciccarese |
Per la Fiorentina e Stefano Pioli destini incrociati: il riscatto collettivo può essere l'unico obiettivo dopo tempi bui.

Cardiff non è la fine

| Paolo Brescia |
Dopo Berlino, con la Juve sul punto di realizzare l'impresa, si era detto che il ciclo bianconero era ben lontano dal finire. E' arrivata un'altra finale europea, stavolta più equilibrata. Eppure il passivo si è fatto ancora sentire, con la maledizione delle grandi orecchie a ricordare ai bianconeri che in queste sfide molto si gioca su attitudine, pressione, controllo, superiorità. Fortuna.

Il giorno dei giorni

| Redazione |
La stagione sportiva trova il suo naturale culmine in una finale. Una finale europea. La finale di Champions. Condite il tutto con la mai banale sensazione di due squadre globalmente considerate, ognuna per alcune caratteristiche, le migliori al mondo. Stasera che sera. 

Top 11: Liga

| Francesco Lalopa |
Il campionato è finito da un po' e la testa di tanti appassionati è già pronta ad immaginare come sarà la prossima stagione, ma noi de "Il Calcio visto da me" abbiamo pensato di stilare una Top11 coi migliori giocatori di questa stagione schierandoli col 3-4-3. Per rendere il tutto più interessante però, abbiamo deciso di non considerare i "soliti noti", cercando di scegliere quei giocatori che possono essere considerati "umani".


Top 11: Bundesliga

| Emanuele Ciccarese |
Il nostro cammino con le Top 11 16/17 prosegue in Germania, dove si è giocato un campionato strano all'inizio e senza stravolgimenti alla fine. Ipotizziamo qui una formazione non troppo schematica (anche piuttosto offensiva) contenente i migliori di questa stagione.


Top11: Serie A

| Emanuele Onofri e Max Strati |
Consuetudine del calciovistodame, a fine campionato, è andare alla ricerca dei migliori giocatori dei campionati europei. La nostra Serie A ha offerto ottimi spunti da cui partire. Abbiamo chiesto a Massimiliano ed Emanuele, nostri redattori, di stilare una lista di top player nostrani.