Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2018

Dalian Atkinson: solo contro tutti

| Simone Tommasi | La storia di Dalian Atkinson, protagonista di una delle immagini più iconiche della Premier League

Ottavi di finale: Francia-Argentina

| Paolo Brescia | Oggi Francia-Argentina, ottavo di finale che per molti ha il sapore di finale. Zidane e Maradona, Platini e Messi, Dybala e Pogba, Griezmann e Higuain. Come la mettiamo, è sempre storia. È una sfida senza tempo.

Ottavi di finale: Uruguay-Portogallo

| Andrea Piana | Gli ottavi di finale di questa edizione della Coppa del Mondo si apriranno con una gara molto interessante e sulla carta abbastanza equilibrata: l'Uruguay guidato dalla mano esperta del CT Oscar Washington Tabarez affronterà il Portogallo, sorpresa dell'ultimo Europeo.

Fabian Ruiz cambia il centrocampo del Napoli

| Francesco Lalopa | Continua la campagna acquisti del Napoli in vista della prossima stagione con l'obiettivo di regalare a Carlo Ancelotti una squadra il più possibile competitiva ed in grado di lottare su più fronti ( Champions compresa ). Dopo Simone Verdi è giunto in maglia azzurra il centrocampista Fabian Ruiz, proveniente dal Real Betis di Siviglia, squadra rivelazione dell'ultima Liga . Cerchiamo allora di capire quali sono le sue caratteristiche e come Ancelotti potrà sfruttarne il talento.   

Pastore nel segno del rinnovamento

| Emanuele Ciccarese | Come potrebbe inserirsi nella Roma il fantasista argentino Javier Pastore.

Mondiali: le situazioni in bilico

| Max Strati | Giunti all'ultima giornata della fase a gironi analizziamo la situazione girone per girone.

Nainggolan ritrova Spalletti

| Emanuele Ciccarese | Nainggolan sarà un nuovo giocatore dell'Inter, ritrovando Spalletti, l'allenatore che più lo ha forgiato. Come si inserirà l'ex Roma?

Finalmente, Verdi

 | Francesco Lalopa | Già vicino nella sessione invernale di mercato, finalmente Simone Verdi è giunto in maglia azzurra pronto a fare finalmente quel salto di qualità in una big che da tanto sognava, sotto la guida di un grande allenatore come Carlo Ancelotti. Classe 1992, Simone Verdi è un esterno d'attacco che usualmente gioca alto a destra in uno schieramento con 3 attaccanti. Grazie al suo ambidestrismo però riesce anche a coprire il ruolo d'esterno sinistro in tutta tranquillità. Dotato di un ottimo dribbling può saltare l'uomo per crearsi la conclusione o liberare i compagni grazie ad un'ottima visione di gioco. Inoltre è un ottimo realizzatore da palla inattiva: numerose sono state le reti che ha segnato su calcio di punizione nelle ultime stagioni. Non siamo ancora a conoscenza dello schieramento che utilizzerà Ancelotti in questa nuova avventura partenopea e di conseguenza dell'impiego di Verdi, ma guardando alle esperienze pregresse de

Cala il sipario di B e C, forse

| rio_alve | Incastonata come una gemma in una diadema di pregio la serata dello scorso sabato ha regalato due sfide decisive per il completamento dei quadri di A e B per la prossima stagione. Nel mezzo dei mondiali, con tutti gli occhi puntati sulle giocate dei fenomeni celebrati del mondiale russo, hanno avuto luogo le finali dei playoff di B e C. Due partite emozionanti, diverse tra loro ma ugualmente vive, tese, combattute fino al fischio finale… o quasi.

Guida ai Mondiali: Girone H

| Emanuele Onofri | Il girone H è sicuramente, insieme al girone A, quello più avvincente, dove qualsiasi esito è possibile.

Guida ai Mondiali: Girone G

| Paolo Brescia | Il gruppo di chi il calcio lo ha inventato ma ai mondiali stenta da sempre; il gruppo di chi il calcio lo scopre con sempre maggior insistenza, e ancora il gruppo di chi con la sola partecipazione fa sognare una nazione. Proseguono le nostre analisi mondiali, con l'esordio del gruppo G, il girone di Inghilterra, Belgio, Tunisia e Panama!

Guida ai Mondiali: Girone F

| Emanuele Ciccarese | Un girone interessante, che vede dietro alla favorita Germania due insidie come Messico e Svezia, con la Corea che dovrà sudare tantissimo per riuscire a guadagnare anche un solo punto.

Guida ai Mondiali: Girone E

| Emanuele Ciccarese | Un girone che vede due squadre favorite per i primi due posti, e altre due che dovranno lottare per passare il turno.

Guida ai Mondiali: Girone D

| rio_vela | Al momento del sorteggio, il girone D, è stato considerato il gruppo più complesso dell’intero torneo: da sabato 16 giugno Argentina, Croazia, Nigeria e Islanda si contenteranno le due piazze utili per approdare agli ottavi di finale del mondiale russo.

Guida ai Mondiali: Girone C

|  Francesco Lalopa  | Prosegue la nostra guida a questa edizione russa dei Mondiali di calcio con l'analisi del Girone C, cioè quello composto da Francia, una delle principali candidate alla vittoria finale, Peru, Danimarca e Australia. 

Guida ai Mondiali: Girone B

| Paolo Brescia | Guida Mondiale, dopo l'esordio di ieri col Gruppo A (che oggi chiude il primo turno), è tempo di girone B. Entriamo nel girone stravolto dal caso Lopetegui; nel girone di Cr7 che a 33 anni vuole con forza l'ultimo mondiale dopo essersi preso l'Europeo; nel girone di due "vittime" sacrificali che però tra loro potrebbero innescare una sfida di grande intensità. Si parte subito forte con Portogallo-Spagna, la gara che molti avrebbero voluto più avanti, ma al mondiale, tutto in un mese, non c'è tempo per le attese. Siamo nel Gruppo B, dunque.

Guida ai Mondiali: Girone A

| Andrea Piana | La gara tra la Russia, nazione ospitante, e l'Arabia Saudita, darà il via tra poche ore alla ventunesima edizione della Coppa del Mondo. Andremo ad analizzare gli otto gironi usciti dal sorteggio che si è tenuto a Mosca lo scorso 1 dicembre, partendo proprio dal girone A in cui, oltre alle due squadre già citate, sono stati inseriti l'Egitto e l'Uruguay.

Ritagliarsi un ruolo

 | Francesco Lalopa | L'arrivo di Bryan Cristante in maglia giallorossa allunga nuovamente le rotazioni della squadra di Di Francesco in mezzo al campo, permettendo di trovare nuove soluzioni tattiche ed anche di abbassare notevolmente l'età media del reparto. Ma cerchiamo di capire quali sarebbero i benefici che porta con sè l'arrivo dell'ex atalantino.  Prodotto del vivaio del Milan, Bryan Cristante può vantare grande esperienza nonostante la giovane età: dopo aver militato nei rossoneri infatti, ha disputato due stagioni in Portogallo tra le fila del Benfica, facendo la conoscenza di un calcio diverso da quello italiano, scendendo in campo anche in occasione di qualche incontro di Champions League. Al suo ritorno in italia ha militato tra le fila di Palermo prima e Pescara poi, prima di approdare definitivamente alla corte di Gasperini all'Atalanta. In questa stagione, complice anche la partenza di Kessie, Bryan ha trovato una maglia da titolare

Pochi minuti alla fine

| rio_alve | Alla fine “ne rimarrà soltanto uno”. Una delle frasi celebri del film Highlander, prodotto nel 1986, calza a pennello alla fase dei tornei di serie B e C: siamo alla stretta finale, in entrambe le categorie si sono chiuse le semifinali lasciando il palcoscenico alle finali. In serie B il copione è stato rispettato ed in finale sono giunte Frosinone e Palermo in rigoroso ordine di classifica. I ciociari, nonostante il supporto dei 12.000 del Benito Stirpe hanno faticato non poco per avere la meglio su di un tenace Cittadella che, inchiodato  sull’1-1, fino all’ultimo istante ha combattuto per ottenere il gol con cui avrebbe ribaltato il risultato. Per i veneti è il terzo tentativo di promozione fallito attraverso i playoff coronamento comunque di una stagione positiva impreziosita da un ottavo di finale di Coppa Italia contro la Lazio. Per i ciociari arriva invece la ghiotta occasione per tornare in serie A a tre anni di distanza dalla prima storica promozion

L'identikit di Emre Can

| Andrea Piana | Salvo sorprese, Emre Can sarà un giocatore della Juventus. Chi è? Come gioca? Come si inserirà nella squadra di Allegri?

L'identikit di Ante Ćorić

| Emanuele Onofri | Chi è e come gioca Ante Ćorić, il nuovo acquisto della Roma di Monchi. Il croato classe ’97 è uno dei giovani centrocampisti più promettenti nel panorama europeo. Molte società erano su di lui  già da quando Ćorić, insieme ai suoi genitori, aveva abbandonato la Croazia per cercare una squadra che valorizzasse al massmo il suo già evidente talento: la prima fermata fu a Monaco di Baviera, dove superò con un punteggio altissimo i test a cui il Bayern sottopone i giovani prima di accettarli nelle proprie giovanili. Dubbiosi del trattamento che il Bayern avrebbe avuto con il figlio, i genitori decisero di rifiutare la sistemazione nel club bavarese e si trasferirono in Austria dove iniziò a giocare nelle giovanili del Red Bull Salisburgo dal 2009 al 2016, fino a quando fu acquistato proprio dalla Dinamo Zagabria per 900.000€, cifra molto alta per un ragazzo di 16 anni. Nel 2014 fa il suo esordio in HNL dove dalla stagione 2013-2014 fino a q

L'identikit di Lautaro Martinez

| Emanuele Ciccarese | Chi è e come gioca il nuovo attaccante dell'Inter.

A che punto sono i Playoff di B e C

| rio_alve | Tra poco tutti gli occhi di tifosi ed appassionati saranno rivolti alla manifestazione regina del calendario sportivo internazionale, il Mondiale di calcio, ormai prossimo alla partenza. Tradizione, spettacolo e tifo catalizzeranno le attenzioni di tutto il mondo in questa insolita cornice che l’edizione 2018 offre: la Russia. Ma prima che si accendano i riflettori sulle competizione internazionale per eccellenza resta un po’ di spazio per la coda dei tornei nazionali. Play off e play out riempiono così i pomeriggi e le serate di questo inizio giugno con qualche conferma e qualche colpo di scena. 

Appunti dalla nuova Italia

| Paolo Brescia | Da queste due gare azzurre, le prime di mister Mancini sulla panchina più importante d'Italia, ricaviamo alcuni spunti. In realtà sono idee sparse, perché serve rivedere con costanza una squadra per poterla giudicare. E servono gare vere, in cui giocarsi qualcosa.     

Italia-Francia, spesso decisiva

| Francesco Zamboni | Quella tra Italia e Francia è una delle sfide che più affascina il palcoscenico mondiale. Le due squadre sono due delle più titolate nel vecchio continente ed hanno spesso regalato spettacolo e colpi di scena nelle loro sfide. Soprattutto quando in palio c'era qualcosa. La prima sfida tra queste due rivali avvenne nel lontano 1910, con gli azzurri (che ancora non erano data la mise bianca) che si imposero con il largo risultato di 6-2 in un’amichevole disputatasi a Milano. La prima sfida in competizioni ufficiali avviene nel Mondiale di Francia del 1938. L’Italia campione del Mondo in carica uscì vittoriosa da quella sfida con il risultato di 3-1, grazie alla rete nel primo tempo di Colaussi, ma soprattutto alla doppietta di Piola nella ripresa. Nelle competizioni ufficiali tocca aspettare quasi 40 anni per rivedere una sfida tra le due rivali, e anche in quest’occasione è l’Italia, nella prima sfida valida per