Passa ai contenuti principali

Post

Nuovi equilibri in Germania

| Emanuele Ciccarese |
La Bundes potrebbe stupirci anche quest'anno.
Post recenti

Ribaltamento cadetto

| rio_alve |
Era un bel primato quello del Venezia, meglio di Palermo o Perugia ma anche di Inter o Juventus. 

Serie Aperta, ma non a tutti

| Paolo Brescia |
Il gioco in Serie A, la roulette che mai si ferma ed è già alla quinta volata (superata), ci consegna altri verdetti, che ci lasciano un primo, importante, suggerimento: non c'è un diretto dominio a striscie bianconere, c'è una sostanziale apertura a due fronti, quello del vertice, composto dalla forma e dalla sostanza, ovvero dallo spettacolare Napoli coriaceo e ben impostato, e dalla Juve pur altalenante eppure sempre vincente e mai, davvero mai, in vera difficoltà all' (ex) Stadium, potere di un tempio che attrae e non lascia pane alle avversarie, evidentemente; e quello di insidia.

Solidità è vittoria

| Paolo Brescia |
La quarta di A ci mette di fronte al fatto compiuto: la solidità totale non esiste, ma la vittoria passa per forza attraverso la resistenza. Juve, Inter, Napoli, Roma e Lazio sono solide, non perchè invincibili o senza difetti (ognuna ha il suo, chiaro da tempo), ma per il fatto di avere e far vedere una netta superiorità di carattere, di articolazione unita in campo.

Milan in costruzione, cosa manca?

| Andrea Piana |
Dopo la pesante sconfitta con la Lazio, il Milan si è parzialmente riscattato con la larga vittoria in casa dell'Austria Vienna e nelle prossime due partite, sulla carta abbastanza semplici, contro Udinese e Spal, cercherà di confermarsi e di dimostrare che il crollo all'Olimpico è stato solo un incidente di percorso.

Proposte per il weekend

| Emanuele Ciccarese |
Questo fine settimana solo un paio di partite di cartello.

Grande festa europea

| Max Strati |  Giunti alla conclusione della prima giornata di Europa League, è grande festa per le italiane che partecipano alla competizione. 
L’impresa più grande è stata realizzata, senza dubbio, dall’Atalanta che grazie a Masiello, Gomez (un gioiello il suo) e Cristante ha demolito il più quotato Everton di Wayne Rooney sempre più in crisi di gioco e di risultati, reduce da tre sconfitte subendo 8 reti e segnandone 0; questo, però, non toglie i meriti all’Atalanta di Gasperini che parte con il piede giusto in questo torneo raggiungendo subito la vetta del girone anche grazie al pareggio per 1-1 tra Lione ed Apollon, sperando ora di non emulare il Sassuolo dello scorso anno che proprio in questo stadio (il Mapei) esordì con un 3-0 al Bilbao, salvo poi essere eliminato. Ciò che è sicuro, però, è che questa Atalanta è solida ed ha le idee ben chiare su ciò che deve fare, nonostante le partenze eccellenti di Conti e Kessie. 

Bene, molto bene anche la Lazio di Inzaghi che ottiene 3 punt…