Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2018

Proposte per il WeekEnd

Ci aspetta un weekend calcistico molto denso: tre derby, uno scontro d'altissima quota e il big match per eccellenza.

Obiettivo equilibrio

| Paolo Brescia |
Quando le partite aumentano e serve far ruotare le rose l'obiettivo numero uno resta l'equilibrio: ovvero fare tre punti senza scoprirsi troppo e stancandosi il meno possibile. Questa volta riesce a tutte le big, aspettando il Milan, e la notizia rassicura per il più duro weekend.
|

Nuovi equilibri in Liga

| Francesco Lalopa |
La Liga è ripartita da solamente 5 giornate e con se porta l'apertura di nuovi scenari e prospettive: riusciranno i Campioni in carica del Barcellona a ripetere i successi della passata stagione? Come evolverà la creatura di Ernesto Valverde? E come si adatterà il nuovo Real Madrid con un Cristiano Ronaldo in meno ma un Lopetegui in più? Chi si avvicenderà alle spalle delle Big come sorpresa della stagione?

È ripartita con 4 vittorie ed un pareggio la rincorsa al "doble" del Barcellona. I catalani, forti d'aver mantenuto l'ossatura della passata stagione, sembrano avere tutte le carte in tavola per poter continuare a vincere tra i confini spagnoli. In più la rosa ha avuto modo di poter essere arricchita con importanti innesti: nella linea difensiva c'è stato l'acquisto di Clement Lenglet, proveniente dal Siviglia, squadra in cui ha militato per una sola stagione. A centocampo, nonostante la partenza di Paulinho, sorpresa della scors…

Cadere e volare

| Paolo Brescia |
Cadere e volare non sono la stessa cosa. Si presuppone sempre uno spazio vuoto, qualcuno in movimento al suo interno, si pensa ad un impatto finale. Ma i termini anche solo alla prima impressione rimandano a due sensazioni differenti. La caduta della Roma, il volo di (quasi) tutte le altre.

Inizia bene il cammino

| Lele Aglietti |
Buona la prima per Lazio e Milan all'esordio stagionale in Europa, competizione che quest'anno, a differenza degli altri anni, lascia posto soltanto a biancocelesti e rossoneri, tra le italiane. Sul loro cammino, alla prima uscita, sicuramente squadre tecnicamente più che abbordabili e, senza alcun dispetto ai pronostici, che fanno conquistare i primi 3 punti a Inzaghi e Gattuso. Senza passeggiare troppo.

Luci e ombre

| Emanuele Ciccarese |
L'editoriale sulla prima delle italiane in Champions.

Eurosfidanti: Real Madrid

| Francesco Lalopa |
Dopo la trionfale cavalcata dello scorso anno, culminata in una storica semifinale di Champions League, la Roma di Eusebio Di Francesco comincia questa nuova avventura europea ritrovando una squadra di Madrid, in questo caso però ad attendere i giallorossi ci sono i campioni in carica del Real Madrid. 

Eurosfidanti: Valencia

| Emanuele Onofri |
Come sta e come gioca il Valencia, avversaria della Juventus.

Eurosfidanti: Stella Rossa

| rio_alve |
In questa storia si parla di Marakana ma non c’entra nulla il Brasile, al quale però con un po’ di presunzione si è evidentemente strizzato l’occhio. Non è una storia ambientata negli anni ’50 ma è attuale, proprio di questi giorni. Il Marakana è lo stadio della Stella Rossa, la squadra di Belgrado, inserita, con l’ottima compagnia di Napoli, PSG e Liverpool nel gruppo C della Champions League 2018/19.

Eurosfidanti: Tottenham

| Federico Sborchia |
L'Inter torna in Champions League: primo ostacolo il Tottenham. Come stanno gli inglesi? Come giocano?

E' un problema nella testa

| Paolo Brescia |
Sembra blasfemo associare il ben più nobile calcio e la ben più interessante Serie A alle parole opinabili e francamente inascoltabili di Rovazzi, eppure nel cercare un titolo per il quarto editoriale stagionale il refrain immediato è stato il testo della nota canzone. Un problema nella testa, che accomuna soprattutto due squadre in questo momento in Serie A. Una testa che funziona a metà, esattamente come il gioco. E due metà diverse non fanno un intero normale, ed ecco la crisi di Inter e Roma, col Napoli ancora in bilico.

Proposte per il WeekEnd

Dopo la sosta della Nations League, tornano i campionati. Quali le gerarchie? Quali le partite da seguire?

PREMIER LEAGUE
La partita di cartello del weekend è Tottenham-Liverpool, sabato alle 13:30. I Reds di Klopp, in testa a 12 punti, possono spazzare gli 11 di Pochettino dall'alta classifica, ora 3 punti sotto; In alternativa, il Tottenham può rendere ancora più interessante la Premier. Le altre due capoliste Chelsea e Watford, impegnate entrambe in casa rispettivamente contro il Cardiff e contro lo United di Mourinho, in forte difficoltà. Si attendono segnali forti dal City, sfidante il Cardiff all'Etihad Stadium e dall'Arsenal, in cerca di punti in casa del Newcastle.
SERIE A

La Juventus è l'unica grande che finora ha avuto un ritmo costante. I bianconeri sono a punteggio pieno con due punti di vantaggio sul Sassuolo secondo e tre su Napoli, Fiorentina e SPAL, terze. Solo a quota 4, nel gruppone, troviamo Inter e Roma, le altre considerate favorite alla lotta per…

Così (ancora) non va, appunti Azzurri

| Paolo Brescia |
Non ci siamo per diverse ragioni. E un punto in due partite di Nations League è la ragione minore.

Keita per la svolta

| Michele Mazzella |

Keita Balde è tornato in Serie A per inseguire il salto di qualità definitivo.

Il gioiello Piątek ruba la scena

| rio_alve |
La Serie A ha archiviato la terza giornata di campionato e con essa i primi timidissimi bilanci. Ora, se dividessimo un foglio di taccuino a metà e, come si faceva un tempo a scuola, distinguessimo i buoni dai cattivi, nella prima colonna finirebbe sicuramente un ragazzino biondo da poco sbarcato in Italia: Krzysztof Piątek la cui pronuncia, chiariamo subito, è Piòntek.

Premier League: Ones to Watch

| Federico Sborchia |
Ogni anno assistiamo a numerose inaspettate rivelazioni che arrivano in poco tempo ai vertici del calcio europeo. Ho deciso di prendere in analisi una possibile squadra di ragazzi pronti alla definitiva esplosione.

Tempo da (non) perdere

| Paolo Brescia |
Non è tempo che è possibile perdere, quello della pausa. Non si può sprecare un fondamentale lavoro di riassetto, prima di tutto mentale. Come una stanza prima di un viaggio, bisogna pulire, bisogna preparare le cose per il ritorno: ci sono stanze messe meglio, altre meno. E per ognuna il lavoro chiama in un modo diverso. Anche in Serie A, dopo 270'.