Passa ai contenuti principali

Coutinho blaugrana


Un acquisto importante per il Barça per rafforzare il nuovo ciclo iniziato bene con Valverde.



È un ovvietà, oramai il mercato è cambiato ed è difficile fare un discorso su quanto sia giusto o sbagliato il prezzo speso per un giocatore, e per questo non possiamo stabilire un giudizio sull'investimento fatto dal Barcellona per Coutinho (tra l'altro c'è l'effetto domino-Neymar, spiegato bene qui).


Quel che è sicuro è che l'ex Liverpool ha dei bei numeri, specialmente negli ultimi 5 anni giocati con la maglia dei Reds. 54 reti e 48 assist in 201 partite, ovvero una media complessiva di 0,5 per match. Stessa media mantenuta in questa prima parte di stagione in cui ha appunto realizzato 7 gol e 7 assist in 14 partite, dati in forte crescita rispetto all'anno scorso in cui si è fermato a 13 gol e 7 assist in 31 partite. Se in Spagna si inserirà bene e manterrà costante l'andamento, questa potrebbe essere la sua miglior stagione.


Il trequartista brasiliano si inserisce perfettamente nell'assetto tattico di Valverde. Il tecnico estremadurano ha rinnovato il Barcellona con un sistema WM che varia a partita in corso da un 4-4-2 con il rombo di centrocampo ad un 3-4-3 in cui il mediano si abbassa sulla linea difensiva, i terzini avanzano e davanti si schiera un falso nove o una seconda punta dietro a due punte.
In questo contesto potremmo vedere Coutinho in molte posizioni. La soluzione più naturale sarebbe quella di schierarlo con Messi dietro a Suarez oppure appena dietro Suarez e Messi fungendo sia da falso nove sia da regista offensivo. Non sarebbe improbabile vederlo anche in una posizione molto più centrale per via della sua abilità nel palleggio e nella costruzione verticale, specialmente quando c'è un elemento offensivo in più come Dembelé.


Se però Valverde preferirà dare risalto alla sua capacità realizzativa più che a quella legata alla costruzione, allora sarà meglio proseguire con un semplice attacco a 3, schierando Coutinho a sinistra, accanto a Suarez, zona in cui ha segnato la maggior parte dei gol, in carriera. Anche con lo stesso uruguaiano che ritrova per formare, potenzialmente, uno dei reparti offensivi più forti al mondo.

Popolari

Sansone e Soriano per salvare il Bologna

| rio_alve |
Classifica di Serie A alla mano, appare evidente che la lotta per la salvezza potrebbe coinvolgere squadre che alla vigilia avrebbero potuto puntare comodamente alla permanenza nella massima serie. Il Bologna, ad esempio non sta mantenendo le aspettative e questa breve sessione di mercato, incastrata tra la sosta invernale e l’inizio del girone di ritorno, è l’occasione da sfruttare per portare nomi nuovi a vestire la casacca felsinea. Dopo l’incoraggiante prova contro il Napoli, nell’ultimo turno di campionato prima della sosta, la società ha confermato la fiducia all’allenatore, quel mister Inzaghi che lo scorso anno aveva portato il neopromosso Venezia nei playoff di serie B, dando forza a questa sua scelta con l’innesto di due arrivi preziosi. Il Bologna ha infatti ufficializzato l’ingaggio di due pedine già note al campionato italiano, Roberto Soriano e Nicola Sansone, in prestito fino al 30 giugno, entrambi provenienti dal Villareal.

Roberto Soriano, già ingaggiato in a…

Sull'addio di Marekiaro Hamsik

| rio_alve |
La letteratura romantica ha già visto scrivere pagine e pagine sugli addii tra amati. Stazioni ferroviarie con immancabili e ottocenteschi sibili di vapore, porti del nord Europa con grandi transatlantici e poi fermate d’autobus, ascensori, pianerottoli e traslochi. La nostra storia invece parte da un campo di calcio e dal suo epilogo: Marek Hamsik non è più un giocatore del Napoli.

La Champions della freschezza

| Paolo Brescia |
Si chiude il primo blocco di ottavi Champions, che danno il la alle ultime 4 sfide attese per la prossima settimana. Si chiude la due giorni e il report ci racconta di due vittorie casalinghe e due corsare, fondamentali vittorie esterne.


Gerarchie emergenti e polemiche inutili

| Emanuele Ciccarese
La zona Champions inizia ad essere una questione per due, si riscalda la lotta per la salvezza.