Passa ai contenuti principali

Crotone e Cagliari, Serie B accesa

 di M.Strati


B-el duello. Crotone e Cagliari continuano a darsele di santa ragione, anche a Natale. 
La squadra di Juric occupa per il momento il primo posto con 41 punti, dopo il 2-2 sul campo del Latina con la squadra di casa che ha acciuffato il pari nei minuti finali grazie ad Acosty dopo che Ricci e Budimir avevano ribaltato l’iniziale vantaggio della squadra di Somma firmato da Esposito. La squadra di Rastelli, invece, occupa il secondo posto con 40 punti dopo aver battuto una diretta concorrente, il Bari per 2-1 grazie a Melchiorri e Sau che rendono inutile la rete di Rosina. 
Alle spalle di Crotone e Cagliari c’è un super Novara che vince anche sul campo dell’Ascoli con un secco 3-1 e si prenota per un campionato da vertice. Restando in zona play off da evidenziare il sonoro 4-0 con cui il Cesena supera la Ternana, il 3-1 dell’Entella sul Vicenza e anche l’importantissima vittoria del Pescara nel derby d’Abruzzo contro il Lanciano. Bene anche il Perugia che, in rimonta, batte il Livorno con un netto 4-1. In chiave salvezza, invece, detto delle sconfitte di Ascoli e Lanciano da sottolineare la preziosissima vittoria del Modena sulla Salernitana e la pesantissima vittoria esterna dell’Avellino sul campo di un sempre più ultimo Como. Termina, invece, in parità la gara tra Trapani e Pro Vercelli con Beretta (Pro) che risponde al momentaneo vantaggio della squadra di Cosmi realizzato da Coronado.







Popolari

Amaro in bocca

| Lele Aglietti |
Un "Arrivederci" con l'amaro in bocca. Il 2018 delle italiane in Champions ha l'epilogo forse peggiore, tra gli innumerevoli ed ipotizzabili: Inter e Napoli beffardamente fatte fuori, Roma e Juventus cadono, seppur con il pass degli ottavi tra i denti.

Superclasico: tra goduria e amarezza

| rio_alve |
In Italia abbiamo visto da vicino Juan Ferdinando Quintero per una stagione intera, diciassette presenze ed un gol, contro il Bologna, nella stagione 2012/13. Lo abbiamo visto con la maglia a strisce azzurre verticali del Pescara indossata un tempo da giocatori come Gasperini, Junior, Allegri e Rebonato. Ma se nel 2013 la sua presenza nelle fila degli abruzzesi non ha evitato la retrocessione in Serie B, domenica sera, un suo gol nel pieno dei tempi supplementari, ha spianato la conquista della quarta Copa Libertadores al River Plate in quello che è stato il derby infinito contro il Boca Juniors.

Crolli e conferme

| Paolo Brescia |
Conferme che sono valori, conferme che sono crolli: è una giornata - pazza - ma di conferme: servono a delineare prospettive di classifica, a ormai pochi turni dalla fine d'anno e girone d'Andata. E quindi al prezioso giro di boa in Serie A.

Proposte per il WeekEnd

| Max Strati |
Il derby della mole e due big match in Premier.