Passa ai contenuti principali

Confederations Cup: secondo atto

| Massimiliano Strati |
Cosa è successo nel secondo turno della Confederations Cup.

La Confederations Cup entra nel vivo e inizia a regalare reti e spettacolo. L’unico verdetto certo, per ora, è l’eliminazione della Nuova Zelanda che, dopo il ko per 2-0 nel primo turno contro la Russia, cade anche contro Il Messico che grazie a Jimenez e Peralta ribalta l’iniziale vantaggio di Wood (2-1) e raggiunge in testa al girone il Portogallo che a sua volta  supera di misura la Russia grazie ad un gol di Cristiano Ronaldo. Ora nell’ultimo turno il Portogallo affronterà la Nuova Zelanda e, probabilmente, centrerà i 3 punti che gli permetteranno di qualificarsi, mentre Messico e la padrona di casa Russia daranno vita ad un vero e proprio spareggio per ottenere la semifinale con un solo risultato possibile, la vittoria. 

L’altro girone, invece, è stato caratterizzato da due pareggi, entrambi per 1-1. Nella prima sfida, il Camerun prima va in vantaggio grazie a Zambo sul finire del primo tempo, salvo poi farsi recuperare ad inizio ripresa da un rigore di capitan Milligan che permette ai Socceroos di evitare la sconfitta. Va detto, però, che questo pareggio sa tanto di eliminazione per entrambe le nazionali anche in virtù del pareggio, sempre per 1-1, tra Germania e Cile con i cileni in vantaggio grazie a Sanchez (da ieri miglior marcatore della nazionale cilena) e recuperati poi dal secondo gol in questa competizione e più in generale con la maglia della Germania di Lars Stindl. Nell’ultima giornata, vista la situazione di classifica che vede Cile e Germania a 4 punti e Australia e Camerun ad 1 punto, alle due capolista basterà ottenere un semplice pareggio per essere certe del passaggio del turno anche se siamo sicuri che assisteremo a due gare scoppiettanti con entrambe le nazionali che vorranno passare come prima e che faranno di tutto (in termini realizzativi) pur di avere una differenza reti migliore rispetto alla diretta concorrente.


Popolari

Sansone e Soriano per salvare il Bologna

| rio_alve |
Classifica di Serie A alla mano, appare evidente che la lotta per la salvezza potrebbe coinvolgere squadre che alla vigilia avrebbero potuto puntare comodamente alla permanenza nella massima serie. Il Bologna, ad esempio non sta mantenendo le aspettative e questa breve sessione di mercato, incastrata tra la sosta invernale e l’inizio del girone di ritorno, è l’occasione da sfruttare per portare nomi nuovi a vestire la casacca felsinea. Dopo l’incoraggiante prova contro il Napoli, nell’ultimo turno di campionato prima della sosta, la società ha confermato la fiducia all’allenatore, quel mister Inzaghi che lo scorso anno aveva portato il neopromosso Venezia nei playoff di serie B, dando forza a questa sua scelta con l’innesto di due arrivi preziosi. Il Bologna ha infatti ufficializzato l’ingaggio di due pedine già note al campionato italiano, Roberto Soriano e Nicola Sansone, in prestito fino al 30 giugno, entrambi provenienti dal Villareal.

Roberto Soriano, già ingaggiato in a…

Proposte per il weekend

| Max Strati |
Due partite di cartello in Italia, una in Inghilterra e poi il derby di Barcellona.

La notte dei campioni

| Francesco Lalopa |
Una finale di Champions League un po' scarna e povera di emozioni regala agli annali il Liverpool come vincitrice di questo ambito trofeo, in un derby inglese ( il secondo in pochi giorni ), inaspettato ed impronosticabile a settembre. 

La stagione "europea" delle due finaliste non era iniziata nel migliore dei modi: entrambe sorteggiate in gironi ostici, hanno douto lottare fino all'ultima giornata ed all'ultimo minuto di gioco per potersi garantire l'accesso alla fase successiva della competizione, col Liverpool che ha avuto la meglio sul Napoli nello scontro diretto ed il Tottenham che invece ha scalzato l'Inter grazie ad un fortunoso intreccio di risultati.  Ma nessuna delle due squadre rivelatesi poi finaliste sembrava poter ripetere, almeno nella prima parte della competizione, il percorso della stagione passata: i "reds" non erano più la squadra divertente ed aggressiva che aveva raggiunto la finale di Kiev persa poi…

Capolavoro e costanza

| Emanuele Ciccarese |
Il capolavoro di Messi, l'inaspettata costanza dell'Ajax.